Cresima

Nel rispetto della normativa e delle disposizioni varate dalle istituzioni, e tenuto conto delle indicazioni fornite della diocesi, la catechesi si svolgerà in modalità telematica.

* * *

Nel mese di novembre in parrocchia, per ben sei volte tra domeniche e feriali, abbiamo rivissuto la Pentecoste.

Sì, perché 31 giovanissimi e 2 giovani hanno confermato la loro fede col sacramento della cresima. Nel mese di dicembre accoglieremo dei nuovi commensali alla Mensa Eucaristica.

Periodo insolito, certo, ma anche pieno di incertezze. Di solito le date vengono stabilite con largo anticipo. Questa volta no: c’era il pericolo che da un giorno all’altro si sarebbe andati in lock-down di nuovo.

Un’incertezza continua, sì, ma questo ci ha portato a ricercare l’essenziale. Celebrazioni sobrie e in sicurezza (numeri ristretti, distanziamento e sanificazione), ma non meno solenni ed emozionanti, più testimonianza di fede e meno festa esteriore (si potrebbe dire “finalmente!”). La vita di fede non può essere messa ai margini della nostra esistenza. Quando ciò avviene, trasmettiamo l’idea che essa non sia una realtà significativa.

In conclusione, abbiamo consegnato la lucerna della fede alle nuove generazioni. La alimenteranno o la lasceranno spegnere? Anche qui niente garanzie. L’unica certezza è che la Parola di Dio non andrà perduta; resterà lì in un angolo nascosto del cuore, per poi venire fuori al tempo opportuno, “operando quanto Lui desidera”.